Progetto - Nuovi Cittadini
Progetto - Nuovi Cittadini
Progetto - Nuovi Cittadini
Progetto - Nuovi Cittadini

NUOVI CITTADINI - FONDI FEI 2012 - AZIONE 7 CAPACITY BUILDING

Il progetto nasce dall’esigenza di far fronte in maniera efficiente ed efficace al fenomeno, in continua evoluzione dell’immigrazione, questo costante cambiamento ha portato le Amministrazioni Comunali a lavorare spesso in stati di emergenza senza la possibilità di una conoscenza approfondita che avrebbe garantito una migliore organizzazione degli interventi di integrazione e dei processi di accoglienza. Per capire l’importanza che tale fenomeno ricopre nel territorio Marchigiano e in particolare nella Provincia di Macerata basta analizzare i dati forniti dal 22° rapporto Dossier Statistico Immigrazione della Caritas dal quale risulta che su una popolazione totale di 325.362 abitanti ( dati Istat al 1.1.2011 ), al 31.12.2011 gli stranieri non comunitari presenti sono 33.893, il 27% di quelli delle Marche.

Il progetto propone azioni di capacity building che permettano alle Amministrazioni di dotarsi di strumenti di orientamento e aggiornamento per far fronte alle criticità attualmente presenti, rappresentate dalla complessità della produzione normativa ed amministrativa in continua evoluzione, dai deficit linguistici e differenze culturali, nonché dalla mancanza di coordinamento e programmazione da parte degli attori locali coinvolti nei servizi necessari all’accoglienza e all’integrazione. Solo attraverso il fronteggiamento di dette criticità sarà possibile raggiungere una reale integrazione e una piena cittadinanza della popolazione immigrata, tenendo conto che il contatto con gli enti pubblici da parte di uno straniero costituisce un elemento di criticità che va a sommarsi alle altre difficoltà e al disagio in cui si trova.

“ Nuovi cittadini” si propone di migliorare i livelli di gestione ed erogazione dei servizi pubblici ed amministrativi rivolti ai cittadini di paesi terzi, in particolare si vuole aggiornare e formare gli operatori degli Enti fornendo strumenti per la comprensione del fenomeno, la comunicazione interculturale e la messa in rete dei servizi. Gli interventi proposti intervengono su due livelli: potenziare le competenze e le capacità del personale rivolto al pubblico e dare organicità ed efficienza alla rete di servizi e soggetti del terzo settore che intervengono nella gestione del fenomeno, i quali attualmente collaborano spesso su interventi specifici con procedure esaminate di volta in volta. I servizi coinvolti comprendono tutti quelli rivolti al pubblico ( Comuni, CIOF, terzo settore, volontariato, Caritas, sindacati ecc ) che hanno contatti con la popolazione straniera che richiedono delle competenze in materia di immigrazione. Considerato che i destinatari del progetto sono appartenenti a servizi diversi gli strumenti proposti affiancano alla presenza in aula, momenti di formazione e di aggiornamento pear to pear che risponda alle necessità di tutti i presenti e una piattaforma web specifica e sempre accessibile, per adattarsi alle esigenze di tempo e di organizzazione del lavoro di tutti i soggetti coinvolti. Il progetto si propone nello specifico di realizzare corsi di aggiornamento e formazione del personale delle pubbliche amministrazioni appartenenti al territorio della provincia di Macerata riguardanti gli aspetti legislativi, amministrativi, culturali, linguistici e sociali; potenziare la collaborazione ed il collegamento tra gli enti per una maggiore uniformità delle procedure ed un’ottimizzazione delle risorse al fine di favorire interventi di mainstreaming che prevedono l’inserimento dei temi dell’integrazione nella programmazione e nell’attuazione degli interventi di politica sociale in tutto il territorio; promuovere l’apprendimento collettivo in rete e incoraggiare la condivisione dei saperi attraverso l’attivazione di comunità di pratica, che consentano la condivisione e la trasferibilità delle conoscenze in modo da garantire una percezione aggiornata del complesso fenomeno dell’immigrazione nel territorio che vada di pari passo con la sua evoluzione. Infine si vuole supportare le attività e la rete attraverso una piattaforma informatica sempre disponibile e accessibile a chiunque voglia conoscere il fenomeno dell’immigrazione e dell’integrazione o necessiti di informazioni per accedere ad un servizio.

I suddetti obiettivi specifici saranno tradotti in concreto nelle seguenti attività:

1) SESSIONI DI’ AGGIORNAMENTO SULLA NORMATIVA IN MATERIA DI IMMIGRAZIONE; Realizzazione di 4 corsi di aggiornamento della durata complessiva di 16 ore, rivolti agli operatori comunali, finalizzati a migliorare i servizi in favore dei cittadini immigrati. In fase di organizzazione e pianificazione operativa dei corsi si provvederà, assieme ai partner, ad articolare l’offerta formativa in base ai fabbisogni specifici degli operatori dei diversi servizi. Ciò garantirà una formazione calibrata sulle effettive esigenze operative dei servizi di ogni realtà provinciale, capace di soddisfare quegli aspetti di conoscenza rimasti ancora insoddisfatti o che necessitano di ulteriore aggiornamento e approfondimento. Tematiche: - i caratteri dell’immigrazione nel nostro territorio; - la normativa in materia di immigrazione e i relativi provvedimenti di attuazione; - l’accoglienza e l’accesso ai servizi ed al lavoro; I corsi avranno luogo (2 ) a Macerata, (1) a Recanati, (1) a Civitanova.

2) MODULO FORMATIVO: COMUNICAZIONE IN CONTESTI INTERCULTURALI Obiettivo del modulo è fornire nozioni di base al personale del settore pubblico che vive quotidianamente il contatto con l’utenza straniera (servizi anagrafici, servizi sociali, centri per l’impiego etc) al fine di migliorare i livelli di intervento pratico e comunicativo. Il dialogo con la popolazione migrante presuppone conoscenze e capacità comunicative tali da rendere non solo chiara ma anche efficace l’informazione. Sono previsti n. 4 moduli incentrati sulle seguenti tematiche: 1) Processi culturali e processi comunicativi: nuove realtà e nuove interdipendenze; 2) la cultura comunicativa nella civiltà delle “differenze”; 3) intercultura e burocrazia: modalità per semplificare in linguaggio burocratico delle dichiarazioni e per comprendere le documentazioni ; 4) laboratori di simulazione ed esercitazioni pratiche. Il corso avrà una durata complessiva di 20 ore e si terrà a Macerata.

3) INTERVENTI DI FORMAZIONE: CONVERSAZIONE IN LINGUA INGLESE/FRANCESE interventi diretti a ottimizzare la capacità dei pubblici dipendenti di comprendere e fornire informazioni di base in lingua inglese e francese. Spesso, infatti, gli utenti stranieri che si presentano agli sportelli per chiedere informazioni o fruire di servizi non comprendono ancora la lingua italiana. Superare la barriera della conoscenza linguistica può attenuare le difficoltà dell’impatto con una coltura differente ed eliminare molte cause di disagio e disservizi legati anche alla quasi impossibilità di adempiere alla responsabilità di socializzazione del Paese accogliente. A tale scopo saranno organizzati n. 3 moduli di CONVERSAZIONE in lingua inglese e francese. Ciascun modulo accoglierà al massimo 10 dipendenti, per dare spazio a tutti per conversare ed apprendere. In fase di organizzazione e pianificazione saranno rispettate le esigenze di orario e di luogo per lo svolgimento del corso in modo da permettere la massima conciliazione con le necessità lavorative di ciascun dipendente. Livello B1.

4) PIATTAFORMA WEB PER FORMAZIONE ON LINE ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE Sito web incentrato sul tema dell’immigrazione declinato in tutte le sue sfaccettature, con la finalità di incrementare le specifiche esigenze di formazione-informazione attraverso un ambiente formativo - informativo virtuale, complementare al portale del Ministero del Lavoro www.integrazionemigranti.it , nel quale condividere materiali e strumenti da parte di tutti gli attori appartenenti sia al settore pubblico che al settore privato che lavorano con cittadini immigrati e continuare la formazione on-line che avviene in modalità pear to pear.

5) “COMUNITÀ DI PRATICA” Comunità di professionisti imperniata sull’immigrazione che mirano a condividere le informazioni per aggiornare il panorama degli addetti al lavoro sull’immigrazione a livello locale e sviluppare strategie d’intervento e rafforzare la collaborazione della rete locale. Metodologia di lavoro: conversazione, confronto, dibattito e discussione tra pari. Si sperimenterà comunità di pratica legate ai servizi sociali, come modello per far nascere altri gruppi di lavoro (anagrafe, polizia urbana, ecc).

Partner :

PROVINCIA DI MACERATA;

A.S.P. PAOLO RICCI;

COMUNE DI RECANATI;

AMBITO TERRITORIALE SOCIALE N. 15;

AMBITO TERRITORIALE SOCIALE N. 14;

Rete territoriale:

Sezione Marche dell’ANCI,

ACSIM,

Caritas Diocesana,

ARCI Comitato Provinciale, 

Cooperativa Meridiana,

ANOLF Associazione Oltre le Frontiere Provinciale di Macerata,

Ambasciata dei Diritti,

Gruppo Umana Solidarietà;

PARS.

Cookies & Privacy

Comune di Macerata: sede piazza della Libertà 3; 62100 MACERATA - tel. 0733.2561- fax: 0733 256200 - e mail: municipio@comune.macerata.it
pec (posta elettronica certificata) comune.macerata@legalmail.it - P.I. 00093120434 - C.F. 80001650433 Internet: www.comune.macerata.it;
Servizi Sociali: servizisociali@comune.macerata.it - comune.macerata.servizisociali@legalmail.it 
Ufficio Europa: ufficio.europa@comune.macerata.it - tel: 0733/256452 - 355; Fax 0733/256475